Il Progetto

“C’entriAMO – Centro per le famiglie diffuso” ha l’obiettivo di sperimentare nuovi luoghi e nuovi approcci per accrescere le opportunità e le modalità di accesso ai servizi territoriali da parte delle famiglie con figli tra gli 0 e i 18 anni, stimolandone il protagonismo e valorizzando le risorse già presenti – o da attivare – sul territorio.

“C’entriAMO” è un luogo “diffuso” sul territorio che trova la sua realizzazione all’interno di spazi strategici in termini di progettazione, opportunità, esperienze e costruzione di legami sociali; un luogo che accoglie le famiglie favorendo processi di empowerment e partecipazione attiva e che rappresenta un punto d’incontro tra i bisogni e le risorse del nucleo familiare e quelli della rete territoriale.


I partner

Il progetto sostenuto da Regione Lombardia si sviluppa negli Ambiti territoriali di Ostiglia e Suzzara ed è prodotto di co-progettatazione tra ATS Val Padana, Azienda Speciale Consortile Socialis, Piano di Zona di Ostiglia e le Cooperative Sociali Ai Confini, C.H.V., Minerva e Il Ponte.

La metodologia di lavoro è la co-progettazione: l’Ente gestore Socialis coordinerà e svilupperà le azioni insieme ai suoi partner, condividendo e costruendo occasioni di sviluppo di Welfare di Comunità trasversali ai due Piani di Zona.


Le azioni

INFORMAZIONE E ORIENTAMENTO

Sviluppo e coordinamento dei flussi informativi attraverso più punti di contatto con le famiglie tramite:

  • Mappatura delle risorse esistenti che tenga conto delle diverse fasi evolutive della famiglia (servizi pubblici, risorse della cooperazione sociale, associazioni, enti religiosi, iniziative del territorio culturali e ricreative, ecc..)
  • Gestione delle informazioni da parte dell’Azienda Socialis che faciliterà lo scambio attraverso un modello condiviso con i partners aderenti utilizzando: punti istituzionali dove le famiglie potranno ricevere informazioni che riguardano i servizi e una mappa di orientamento per i dispositivi normativi a supporto; social point nei quali si svilupperanno attività di coinvolgimento e partecipazione attiva e che diventeranno nodo strategico di condivisione sollecitando inoltre la co-progettazone con i cittadini.
  • Diffusione delle informazioni attraverso: una pagina dedicata sul sito web dell’Azienda Socialis e un link a questa pagina nei portali istituzionali del partner del progetto; una Family Map orientativa per il reperimento delle informazioni per le diverse esigenze delle fasi evolutive della famiglia favorendo anche uno scambio tra famiglie stesse; raccolta e diffusione di materiale cartaceo/social network di eventi e iniziative in punti strategici.

POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE GENITORIALI E RAFFORZAMENTO DEL BENESSERE DEI BAMBINI

Attraverso:

  • Sportello d’ascolto e consulenza: oltre agli sportelli dei consultori familiari e scolastici verrà istituito lo sportello Family Friendly presso Socialis e in ogni comune del distretto di Ostiglia per favorire un miglior orientamento e presa in carico delle famiglie che vi accedono.
  • Laboratori di gruppo come strumento di prevenzione, sostegno, aiuto e crescita delle famiglie attraverso la condivisione dell’esperienza propria e altrui. Saranno affrontati quattro temi principali: l’incertezza del futuro, la cura, la gestione del tempo individuale e familiare, l’equilibrio.
  • Incontri tematici per raggiungere le famiglie che hanno bisogno di parlare e confrontarsi in uno spazio più formale che permetta la ri-elaborazione di pensieri, bisogni e dubbi.

INIZIATIVE DI ASCOLTO E COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE COME VALORE E RISORE DELLA COMUNITA’

Momenti di coinvolgimento delle famiglie nella co-progettazione delle iniziative attraverso Gruppi Territoriali e Social Point che potranno essere una bussola per l’indirizzamento dei bisogni e la relativa risposta progettuale.

Per maggiori informazioni

Staff Socialis